sabato 14 gennaio 2012

Lo yoga può essere un rischio

courtesy Alice Popkorn
Molti di noi praticano - o hanno praticato - lo yoga, affidandosi a un guru, frequentando corsi presso centri  e palestre, addirittura trascorrendo, in compagnia di altri devoti della pratica,  giornate  in luoghi silenziosi, dediti solo  a esercizi e meditazione.
Lo yoga, è noto, è una antica disciplina indiana, un sistema filosofico che, attraverso esercizi fisici, controllo del respiro  e dei pensieri, mira all’autodisciplina del corpo, così da favorire meditazione e concentrazione. [...]
Lo yoga ha poi avuto una notevole diffusione in Occidente, che ne ha riconosciuto le proprietà terapeutiche, in particolare una maggiore armonizzazione psicosomatica.
Tutti in armonia con se stessi, allora?
Non è così semplice, e, come spesso accade, sono gli Stati Uniti a far suonare il primo campanello di allarme. Lancia il sasso un rinomato guru, Glenn Black, convinto  - ce lo racconta Federico Rampini, corrispondente da New York del quotidiano La Repubblica  - che molte delle persone che praticano lo yoga non sono adatte, farebbero meglio a smettere. Aumentano negli Usa persone ricoverate al pronto soccorso, o che hanno dovuto  ricorrere  alle  cure di fisioterapisti e chiropratici, per avere assunto, con lo yoga, posizioni rischiose.
Stare a testa in giù, piegarsi a triangolo  o mettersi “in candela” può essere pericoloso. Soprattutto per chi non è allenato, ha problemi di ossa, giunture e altro. Tra le ragioni dei danni provocati dallo yoga va certamente considerato il fatto che certi movimenti, pensati per persone, come gli indiani,  che stavano abitualmente accovacciate o inginocchiate, vengono ora praticati da persone che invece trascorrono ore sedute a una scrivania, che si affannano e corrono tutto il giorno. Non solo, è inevitabile che non tutti i maestri siano adeguati al compito e, che, a fianco di persone qualificate e competenti, si incappi in yogi improvvisati, e perciò pericolosissimi.
Insomma, ci avvertono dagli States, yoga si, ma con molta attenzione e grandi cautele, pena danni che nulla hanno a che vedere con la serenità e la conoscenza di sé.
Anna T.

7 commenti:

Sandra M. ha detto...

Uuuuuu....com'è tutto vero!!! Ho frequentato un "corso" anni fa: mollato dopo setto- otto volte...mi innervosiva, pensa un po'. Ne ho dedotto che non fa per me. O forse l'insegnante non ci sapeva fare....

Giovanna ha detto...

è vero io ho avuto amici che hanno mollato per questi motivi

Ambra ha detto...

Non sono mai stata appassionata di yoga. Forse perché l'ho sentito dire tanto tempo fa quando cominciava ad essere "di moda", da ragazze che ne parlavano senza un convincimento profondo e invece come di un esercizio, tipo quelli della palestra, dove si corre di fretta subito dopo il lavoro, poco prima di rientrare a casa per preparare la cena.

Soffio ha detto...

C'é di bello che la mia schiena non ne vuol sentir parlare neppure alla lontana. Ciao.

Erika ha detto...

Ogni disciplina ha i suoi pro e contro.Naturalmente prima di praticarne una bisogna rendersi conto delle proprie capacità,delle proprie limitazioni, di quello che il nostro corpo riesce a fare ma sarà soprattutto il maestro che dovrà consigliarci, osservarci.
Io seguo assiduamente un corso di pilates da 4 anni ed ho la fortuna di avere un maestro molto preparato e soprattutto paziente. Devo confessare che oggi riesco a fare dei movimenti, delle flessioni, degli esercizi di resistenza muscolare che quattro anni fa non avrei mai sognato di eseguire.
Ciao!

Andrea ha detto...

Io pratico l'antichissima disciplina occidentale del riposo orizzontale ... a volte la pigrizia può allungare la vita, ne sono sempre più convinto ... comunque grazie per questa conferma!
Ciao
Andrea

Stefania ha detto...

Buonasera a voi ... premesso che trovo l'articolo interessante e ben scritto, aggiungo che non ho mai fatto yoga, e per quanto ovvio non ho molto da dire sull'argomento ... certo è che, chi dovesse decidere di dedicarsi a quest'attività, dovrebbe prima fare una prova o consultare uno specialista che li metta sulla buona strada, per evitare seri problemi dopo! Grazie della condivisione, a presto!

Iscriviti a Feed Burner