domenica 9 giugno 2013

L'erba di Grace ti può guarire

immagine dal web
Un film di una decina di anni fa  “L’erba di Grace”, raccontava la storia di una deliziosa signora inglese, Grace appunto, che, rimasta vedova e piena di debiti, arrotondava la pensione coltivando nel suo giardino - e vendendo - le magiche foglioline della marijuana. La signora, ovviamente, andava incontro a un mare di problemi e di guai.
I tempi sono cambiati, fino a un certo punto: è cronaca di tutti i giorni, anche di oggi a Milano, l’arresto di qualcuno che coltiva “erba” in cortile. La legge è molto severa con chi vende e consuma droghe leggere: non sta certamente a noi discuterne qui, ma una piccola notizia può forse aprire un varco nel proibizionismo: la marijuana, sostiene un gruppo di scienziati, può avere un utile impiego nella cura di determinate patologie.
Riportiamo l’articolo pubblicato su La Stampa .it del 3 giugno scorso e … chissà che qualcosa possa cambiare.

"Un componente della marijuana può aiutare a prevenire i danni cerebrali"
"L’utilizzo di dosi controllate di THC, il componente psicoattivo della marijuana, si ritiene possano proteggere il cervello dai danni cognitivi a lungo termine a seguito di lesioni, ipossia, convulsioni o tossicità da farmaci LM&SDP
I ricercatori israeliani dell’Università di Tel Aviv hanno scoperto che basse dosi di THC – il componente psicoattivo della marijuana – possono proteggere il cervello dai danni causati da lesioni, mancanza di ossigenazione (ipossia), convulsioni, tossicità da farmaci eccetera, che possono avere serie conseguenze sia come deficit cognitivi che gravi danni neurologici [...]
La scoperta è importante perché mostra come si possano sfruttare dosi molto basse di questo principio attivo – si parla di dosi inferiori di circa 1.000/10.000 volte quelle contenute in uno spinello – e tempi diversi: sia da uno a sette giorni prima della potenziale lesione, che da uno a tre giorni dopo la comparsa. L’azione avverrebbe sulle cellule cerebrali e preserva le funzioni cognitive nel tempo. [...]
Lo studio vero e proprio è stato poi condotto su modello animale, e i risultati hanno evidenziato che nel gruppo trattato con THC dopo aver subìto delle lesioni cerebrali, vi era una migliore risposta nei test comportamentali, cognitivi, di apprendimento e di memoria a 3-7 settimane dopo il trauma, rispetto al gruppo di controllo non trattato con THC.
Oltre a ciò, nel gruppo trattato con THC si è riscontrato un aumento della presenza di sostanze chimiche neuroprotettive, sempre rispetto al gruppo di controllo.
I ricercatori fanno tuttavia sapere che il basso dosaggio di THC è fondamentale per avviare questo processo, senza causare troppi danni iniziali.
Secondo il professor Sarne, questo tipo di approccio terapeutico offre diversi vantaggi pratici per via del lungo periodo di tempo in cui può essere somministrato. Per cui non solo si possono trattare le lesioni cerebrali dopo l’avvenimento, ma anche per prevenire lesioni che possono verificarsi nel futuro.
Ora, Sarne sta lavorando in collaborazione con il prof. Edith Hochhauser del Rabin Medical Center per testare la capacità di basse dosi di THC di evitare danni al cuore. I risultati preliminari hanno già indicato che la sostanza esplica un effetto protettivo nei casi di ischemia cardiaca, in cui il muscolo cardiaco riceve un insufficiente flusso sanguigno.
Si aprono pertanto nuove vie terapeutiche sfruttando un principio attivo che è stato per molto tempo lontano dai laboratori scientifici per via della sua origine."
Red
tratto da La Stampa.it

15 commenti:

Tomaso ha detto...

Veramente interessante questo libro.
Senza accorgersi che stava chiudendosi la trappola...
Tomaso

Cri ha detto...

Il film, delizioso, è uno dei miei preferiti tra quelli della mia cinematografia preferita, ovvero quella inglese...
Sul tema dell'utilizzo della marijuana in medicina (una sostanza con possibili tossicità né più né meno come tutte le altre, chimiche o naturali, che vengono impiegate da secoli nella farmacopea ufficiale), mi sconforta pensare come questo sia un Paese che reagisce senza raziocinio e senza buonsenso, solo per la più brutale visceralità: talché sull'onda di una spinta emotiva collettiva vien fatto a spron battuto un decreto che stanzia milioni di euro per consentire a spese dello Stato una cura inefficace e senza alcuna base di autenticità terapeutica facendo rivoltare l'intera comunità scientifica mondiale e invece si continua ad ignorare l'evidenza di ricerche valide e complete in nome di un oscurantismo miope e becero. Un paese così rigido e vetusto è un paese senza futuro.

Berica ha detto...

...e pensare che vogliono farci credere che il THC sia dannoso per la memoria...

mr.Hyde ha detto...

La Cannabis già da molto viene usata in omeopatia..
Il film lo vedro' con piacere.

Antonella Leone ha detto...

anch'io sapevo che in piccole dosi può essere curativa

@enio ha detto...

in trentino ad alcuni malati che ne facciano richiesta è concesso l'uso dello spinello per la terapia del dolore

EriKa Napoletano ha detto...

IO Sono d'accordo nell'utilizzo di questa sostanza per scopi terapeutici. Basta non esagerare.....
Un caro saluto.

Carmine Volpe ha detto...

io sono favorevole sia a una legalizzazione che ad un uso medico, il proibire incrementa solo il business della malavita

Beatris ha detto...

Sempre interessanti i tuoi post!
Buona giornata di nuovo da Beatris

Suzane Weck ha detto...

Ola,passando para desejar um ótimo fim de semana e deixar meu grande abraço.SU

Mirta ❤ ✿- Luce nel cuore ha detto...

Per te. Splendida Domenica!!
Para ti. ¡Fantastico domingo!!
$$$$§$$§$
_______$$$_________§$
________$$________$§$
________$$$_______§§____$§§§§§$$$
_________$$______$§$___§§$_$§$$$§$$
_________$$$_____$§___§§$$__$__$$$$$
__________$$_$$$_§§_$_§§___$§$$__§$$
________$§§_$___$§$__$§§$$§$$§$__$$§
________§$__$$$_$§$___§§$$§§$$__$$§
________$____$__$$________$§$§$$§§$
________$$$$$____$___$§§§_$§§§§$$
_________§§§§§$$$$$__$§§$_$
_________$__$$§§§$$$$___$_$
_________$____$$$________$$
_________$___$$$$$$____$__$
_________$____$$$$_$$__$_$$
_________$__________$____$$
_________$$________$$$___$
__________$____$$____$$§$$
__________$_____$$___$$__$
__________$___$___$$$____$
__________$______________$
__________$_____________$$
__________$______$$§$____$
__________$$____________§
__________$$$$_$$$$$$§§$$
___________$§§__$$$__$$$$
___________$§§§§§§§$_§§§$
_____________$$§§$§§§$$$

Giancarlo ha detto...

Un felice domenica per Te...ciao

l'alternativa ha detto...

Hai visto mai? Ricordo con molto piacere quel film, veramente gradevole
Post molto interessante
Emi

Pupottina ha detto...

l'ho visto. è un film simpatico!!!

Finalmente sono a casa.
Manco da troppo. Grazie per non avermi dimenticata e di essere passata spesso a lasciarmi un saluto mentre non c'ero
grazie. ti abbraccio forte

silvioafonso ha detto...

.



Por mais que eu me se-
gurasse, não resisti e
chorei...

Não permita que o mesmo
aconteça contigo.

Detalhes no meu blog.

Um beijo,

silvioafonso






.

Iscriviti a Feed Burner