domenica 5 giugno 2011

Conflitti : ricomporre le dualità

Qualcuno potrebbe chiedersi perché, a chi manifesta l’intenzione di iniziare un’attività di volontariato, Seneca, come del resto altre associazioni, proponga sia un corso di base preliminare all’incontro con la persona assistita sia, nel tempo, altri corsi di aggiornamento. [...]


Chi intende fare volontariato è già di per sé, persona sensibile e attenta ai problemi degli altri, ma evidentemente, ciò non è sufficiente a stabilire un costruttivo contatto umano con una persona anziana, spesso malata e comunque fragile, inevitabilmente difficile.
Ecco allora viene in soccorso un esperto in grado di fornire strumenti idonei a gestire meglio i rapporti interpersonali: uno dei corsi organizzati da Seneca, tenuto da Luigi di Iorio, psicologo ed esperto in formazione, era dedicato appunto alla gestione dei conflitti.
Chi per la prima volta seguiva un corso Seneca ne ha riportato una serie di considerazioni e spunti di riflessione che, in estrema sintesi, si possono riferire a due tematiche, quella di una maggiore conoscenza di sé e dei propri comportamenti, e quella, non del tutto scontata, della “scoperta” degli altri partecipanti al corso.
Primo tema: durante il corso si è parlato di alcune regole basilari da tenere presenti nel rapporto con gli altri, quali ad esempio evitare di puntualizzare, predicare, rinfacciare, oppure è stata sottolineata la necessità di ricordare sempre che ognuno valuta secondo la propria “mappa” mentale e che il mondo non è quello che ciascuno di noi rappresenta e che bisogna quindi sforzarsi di capire il mondo dell’altro.
Sono stati indicati opportuni sistemi di riconoscimento delle diversità con test molto efficaci che hanno messo alla prova la capacità di ciascuno di valutare, a fianco dei propri giudizi su singoli episodi, anche quelli degli altri.
Secondo tema, forse il più affascinante è stata la modalità di partecipazione di persone tra loro estranee, diverse per età e vissuto personale, accomunate esclusivamente da un’attività di volontariato nei confronti di anziani. E allora si scopre che le persone hanno voglia di parlare di sé, di riferire test ed esempi alla propria esperienza di vita, di discutere e cercare di capire scelte e posizioni anche molto diverse.
E così, alla fine, ci si rende conto che aiutare gli altri significa spesso aiutare se stessi e che il dono che si fa viene largamente ricambiato.
Red
image cc by Jsome1

11 commenti:

Erika ha detto...

Trovo assolutamente giusto che Seneca ed altre associazioni di volontariato propongano questi incontri.Chi decide di fare volontariato è certammente predisposto ad aiutare, ascoltare gli altri ma è necessario seguire delle direttive comuni, degli schemi comportamentali perchè , come dici tu, ognuno di noi ha un proprio modo di pensare e ciò che per noi sarebbe giusto potrebbe non essere corretto.
Relazionarsi con gli altri all'inizio e poi, di tanto in tanto, parlando delle proprie esperienze, migliora il lavoro da svolgere successivamente con le persone bisognose di assistenza.
Buon lavoro!

dandelion67 ha detto...

....ed è proprio questa la molla che ti permette di aiutare il prossimo...un arricchimento personale che cresce giorno dopo giorno...donare per ricevere...ed è tutto naturale...ottimo anche il supporto , perchè è pur vero che alle volte non sappiamo come approcciarci a chi ha bisogno e non lo sà chiedere.. Veramente un post interessante..sereno inizio di settimana..
Dandelìon

Elio ha detto...

GENTE DI SENECA E PARTECIPANTI AI BLOG DI SENECA:
OGGI E' IL 13° COMPLEANNO DI SENECA!
Te lo ricordi Roberta?
W S E N E C A W

Cristina ha detto...

Ogni tanto mi riguardo il DVD del decennale e ancora mi commuovo. W SENECA !!!! E' un onore per me far parte di questa associazione!

Mercedes Mariño Casillas(mirazo) ha detto...

Tienes un blog que me gusta, ! Felicidades¡

Roberta ha detto...

Mi hai fatto giustamente sentire mostruosamente in colpa... Avevo erroneamente memorizzato l'8... Posso solo darti questa spegazione: non ricordo mai le date dei compleanni, faccio una confusione tremenda, ma non e'una giustificazione... IL COMPLEANNO DI SENECA e' molto piu' importante di quello di chiunque altro. Alle spalle di ogni suo anno di vita c'e' il lavoro e l'impegno affettuoso di tante, tante persone che ci mettono l'anima per aiutarla a crescere sana, con delle prospettive solide... Seneca ha compiuto 13 anni, un'età difficile, come per tutti gli adolescenti, un giro di boa per le scelte che determineranno il suo futuro....Per fortuna ha una grande famiglia allargata che la segue,la guida amorevolmente. Mi sembra che stia crescendo senza sbandamenti, ha certamente sempre un gran bisogno di consigli preziosi e di rassicurazioni amorevoli da parte di tutti, in particolare da parte del suo mitico papa'.....
GRAZIE ELIO, GLI AUGURI PIU'AFFETTUOSI A TE di continuare ad essere il nostro faro ancora per i prossimi 50 anni (Seneca avra' sempre bisogo di te), E, ANCHE SE IN RITARDO, AUGURI ALLA NOSTRA CARISSIMA SENECA.
Roberta

PiliMªPILAR ha detto...

Io soy admiradora del italiano. me apasiona leerlo, aunque no lo entiendo bin.
Hago voluntariado en una asociacion de Disminuídos (ADISPAZ)
Me ha gustado mucho este

Mirco ha detto...

Devo dire che alcuni dei corsi cui ho presenziato sono stati molto utili anche a livello personale.
Inoltre ti sottolineano come - nella fattispecie per l'area assistenziale di Seneca - l'interagire con un'altra persona (anziana) sia particolarmente delicato, poichè tutta una serie di suoi modi di essere e di fare sono esasperati e cristallizati.

Questo ti "costringe" giocoforza ad essere più morbido e flessibile, ma soprattutto a metterti "da parte" per poter essere efficacemente al servizio.

Tra l'altro fa rendere conto di come anche i propri atteggiamenti a volte possano essere esasperati e cristallizzati.

Detto questo...buon compleanno, Seneca!

Ambra ha detto...

Devo dire che c'ero anch'io al corso di Luigi Di Iorio di cui parla Red. Non solo è stato molto interessante, ma mi sono poi accorta in un secondo momento che, trovandomi in una delle situazioni di cui si era parlato, la mia reazione è stata diversa dal solito. Più aderente a quanto udito durante il corso che avevo evidentemente già fatto mio e che ha determinato in me un comportamento rispondente ad una più serena relazione con l'altro.

P & M ha detto...

...l'aggiornamento e la formazione in ogni associazione è sempre una cosa importante che non va mai trascurata perchè ognuno che ha bisogno d'aiuto deve essere trattato anche con cura e competenza.... anche se ha la giusta propensione per farlo naturalmente.
Complimenti e anche se in ritardo, auguri....

PiliMªPILAR ha detto...

Sigo entrando en este blog italiano, 'perch'e mi piace', me gusta mucho leer italiano, imaginar que puedo hablarlo con soltura, suponer que lo entiendo globalmente.
Continuaré adentrándome en el blog, gracias a Ambra.
Felicitaciones
Abrazos

Iscriviti a Feed Burner