mercoledì 30 novembre 2011

Influenza: appuntamento d'obbligo

Caravaggio, Giovane con canestra di frutta
L'influenza è ormai già arrivata anche per l'inverno 2011-2012, anzi quest'anno con un certo anticipo, tanto è vero che si sono già registrati i primi sintomi e si è verificato un ricovero a Genova.
Sembra però che, partendo da un incremento dei casi in coincidenza con le Festività Natalizie, il picco sarà tra Gennaio e Febbraio 2012.
Ricominciano così i dubbi e le diatribe sui vaccini influenzali e i pareri di medici ed esperti sull'opportunità di vaccinarsi o meno sono discordi. [...]
Poiché anche in questo caso esiste la possibilità di prevenire la malattia, riportiamo i suggerimenti del dottor Attilio Speciani, estratti dall'articolo di Rossana Cavaglieri "Dobbiamo vaccinarci contro l'influenza?" sulla rivista online donna moderna.com :
"Esistono metodi diversi dal vaccino per evitare di ammalarsi d’influenza?
«Sì» risponde il dottor Attilio Speciani. «Oltre ad adottare un’alimentazione ricca di frutta e verdure colorate (indispensabile per avere un buon apporto nutrizionale che è sempre alla base del buon funzionamento delle nostre difese) consiglio questo schema di intervento preventivo, valido per proteggere anche dalle altre malattie infettive invernali. Ogni settimana per tutta la stagione, si può prendere un tubo dose della preparazione omeopatica Anas barbariae. Ai primi sintomi si può prendere anche un tubo dose al giorno. A questa terapia di fondo, con effetti immunostimolanti, vanno aggiunti integratori vitaminico-minerali (a base di selenio, zinco, vitamina D, ecc), vitamina C (da 500 a 1000 mg al giorno). Utili anche gli estratti di echinacea o uncaria, piante che in molti studi hanno dimostrato la capacità di aumentare le difese. Efficace anche il tè verde (sotto forma di integratore, un paio di tavolette al giorno): ha una specifica azione contro i virus H1N1».
Teniamo quindi una buona scorta di frutta e verdura e passiamo in farmacia ed erboristeria per fare provvista dei rimedi che ci suggerisce Speciani, privi di controindicazioni o possibili effetti collaterali.  E forti dell'assioma  "prevenire è meglio che curare".

18 commenti:

manuela ha detto...

E' certo più saggio seguire il consiglio di prevenzione. Non ho mai fatto il vaccino, per pigrizia ma anche per incertezza.

Carolina Venturini ha detto...

A me pare un appuntamento identico a quello di San Remo o Miss Italia nei tg..

Sandra M. ha detto...

Nemmeno io ho mai eseguito la vaccinazione...neanche quando andavo a scuola e i bimbi mi starnutivano letteralmente in faccia. Penso che continuerò così. E mi nutro praticamente di agrumi per tutto l'inverno...a qualcosa servirà.

Chris ha detto...

Ciao, sono nuovo in questo sito, io ho fatto il vaccino venerdi' ed e' stato "offerto gratuitamente" dal nostro datore di lavoro. Non l'avevo mai fatto in vita mia e anche quest'anno avevo detto di no, ma l'infermiera aveva portato una fiala in piu' e ho voluto provare per vedere sse funziona :-)

Roscio ha detto...

L'anno, ormai, viene scandito da appuntamenti fissi: epifania, san valentino, l'arrivo della primavera (ecc ecc...) e tra i vari appuntamenti c'è anche la tanto temuta influenza che, ogni anno, miete le sue "vittime". I telegiornali e le rubriche di approfondimento non vedono l'ora che arrivi questo momento...riescono a riempire ore e ore con consigli nuovi di zecca e rimedi della nonna. Peccato, però, che malgrado i potenti mezzi messi a disposizione dalla scienza l'influenza è una delle poche cose democratiche che resistono: capita proprio a tutti.
Ciao Ambra, alla prossima. :)

Stefania ha detto...

Buona giornata a voi di "sinfonia di Voci"!
Non ho mai fatto un vaccino in vita mia ... lo ammetto! (salvo da bambina per malattie come varicella, scarlattina, ecc.), Ma sinceramente, lo consiglierei soprattutto a bambini e anziani! Ovvio che non sono un medico e per questo dei miei consigli "Dio ve ne guardi" ^__^ però per quanto concerne quanto scritto nel post, sono d'accordo e trovo il consiglio del Dott.Attilio Speciani, molto buono!
Ma ancor più trovo buono questo post che è ricco di suggerimenti molto utili! Grazie e a presto!! Un caro saluto ad Ambra!!

sandro ha detto...

Anch'io non ho mai fatto un vaccino ed ero incerto se farlo o no perché tv e giornali ti continuano a sollecitare. Questo suggerimento mi ha convinto a seguire la prassi della prevenzione. Grazie dell'articolo.

Soffio ha detto...

Un saluto di lettura

Dual ha detto...

Mai vaccinato !!! un sorriso per augurarti un buon w.e.
Gio'
http://remenberphoto.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

bonjour le vaccin n est pas necessaire mais seulement une prevention mais surtout il evite l absenteisme
tdeluick

Strega Bugiarda ha detto...

Ambra, sono venuta a trovarti... per dirti quanto mi piacciono e quanto siano condivisibili i tuoi commenti. poche parole, concetti centrati, analisi e giudizi da cui traspare un grande carattere, molta bontà e tanta attenzione... Grazie un sorriso

DIANA. BRUNA ha detto...

Ciao carissima,
sono parecchi anni che faccio il vaccino, magari non prendo l'influenza, ma un raffreddorino o due certamente si.
Complimenti per l'immagine bellissima che hai messo del Caravaggio...ma quanto è bravo!!!
Buona domenica, abbraccione
Bruna

Elan ha detto...

Come ti dicevo da me, commento poco, ma passo sempre :)
Ma in questo caso anche un commentino ci scappa! ^_^

Io sono la classica persona che puntualmente l'influenza se la becca minimo tre volte l'anno! Da piccola mi hanno letteralmente distrutto il sistema immunitario a suon di antibiotici... fino a 13 anni ho passato praticamente più tempo in ospedale che a casa!
Il vaccino non l'ho mai fatto, anche perché credo che farebbe più danni che altro al mio organismo XD Ma ormai mi sono abituata ad una pacifica convivenza con la febbre: lei arriva, rompe le scatole 2-3 giorni, e poi va via XD

Scherzi a parte, con l'omeopatia bisogna starci attenti in realtà: se si prende un farmaco inadatto per sé si rischia di beccare tutti gli effetti collaterali possibili, che a volte sono anche peggiori dei farmaci normali.
Detto questo, generalmente l'Echinacea è più o meno paragonabile ad un antibatterico: fa bene contro raffreddore e febbriciattole leggere, ma non è poi così utile nella prevenzione ;)

La cosa migliore è di certo un bel piattone di frutta e verdura pieno di vitamine che male non fanno mai :)
A presto e buona domenica!!

TuristadiMestiere ha detto...

ciao cara Ambra! Io per adesso mi rifiuto di fare il vaccino, preferendo di gran lunga un'alimentazione che possa aiutarmi a difendermi meglio dai virus influenzali. Il consiglio del te verde in tavoletta mi incuriosisce: ho un'erboristeria a 2 passi dall'ufficio, domani ci faccio un salto!!! Buona domenica!

Vitamina ha detto...

Penso che proverò Uncaria , che cominciava a diffondersi gli ultimi anni che avevo il negozio di prodotti biologici . Ho perso un paio di kg di peso e sono stata subito meglio , proverò a dimagrire ancora un pochino, per il resto di solito non faccio vaccini , mi affido al mio fisico ancora affidabile .

RobbyRoby ha detto...

ciao
buona domenica sera.
Io non mi sono mai vaccinata per l'influenza.

Marica ha detto...

Molto interessante il tuo blog!

Ti seguo con piacere^^

Marica

Erika ha detto...

Io quest'anno ho deciso di non vaccinarmi perchè l'anno scorso subito dopo aver fatto il vaccino mi sono ammalata ed ho dovuto prendere antibiotici per ben tre volte.

Iscriviti a Feed Burner