domenica 20 novembre 2011

Nuove strade (di sostegno)

Gestire spese piccole e grandi, i rapporti con la banca, pagare bollette e imposte, muoversi insomma tra i mille tranelli della vita di ogni giorno può rappresentare un ostacolo pressoché insormontabile per le persone più fragili.
Non sempre è in grado di badare ai propri interessi chi è affetto dalla nascita da patologie invalidanti o soffre di gravi infermità, ma anche chi è vittima di gravi dipendenze, come la droga o l’alcool. [...]
Viene in loro soccorso una nuova figura giuridica, quella dell’Amministratore di sostegno (Ads) istituita con legge nazionale (6/2004) promossa per assicurare a tutti reali diritti di cittadinanza. Nominato dal giudice tutelare che accerta l’inabilità del soggetto, l’Ads, volontario debitamente formato con appositi corsi, si affianca alla persona fragile e la segue nella sua storia e nella sua evoluzione, sostenendola nello sforzo di fare parte a pieno titolo della società.
Al fine di sostenere la figura dell’Ads nel territorio lombardo, è nato il progetto Ads, promosso da Fondazione Cariplo, dal Coordinamento regionale di CSV e dal Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato in Lombardia. “Dopo tanto lavoro siamo riusciti a creare sul territorio lombardo una rete sociale che unisce Terzo settore, Asl e istituzioni per favorire la protezione giuridica di chi non è legalmente autonomo ma neanche da interdire, inabilitare o lasciare solo” ha dichiarato al Corriere della Sera (13 novembre 2011) Zaccheo Moscheni, coordinatore del progetto che aggiunge che il dialogo “è tenuto aperto anche con le varie categorie professionali che possono contribuire a rendere completa l’assistenza”.
A breve partiranno in diverse città nuovi corsi di formazione per i volontari:  non si può che augurarsi che questa nuova figura di garante possa contribuire ad alleviare l’isolamento delle persone più disagiate.
Per informazioni il sito è http://www.progettoads.net .
Red

8 commenti:

Luigi ha detto...

mi sembra una iniziativa preziosa Ambra!
Ti auguro una splendida settimana

Erika ha detto...

Peccato che queste iniziative nascano e si sviluppino sempre e solo al Nord, purtroppo.... Serena settimana a tutto lo staff.

Stefania ha detto...

Nell'augurare a voi tutti un buon inizio di settimana, ritengo opportuno dire che questo tipo di figura professionale potrebbe davvero essere utile a tante persone!! (soprattutto sapendo che ha una buona formazione!) Spero solo che il concetto, possa espandersi un pò ovunque perchè la maggiorparte delle persone in difficoltà, (diciamo così), tanto per stare alle statistiche, sono concentrate dal centro, al sud italia ... o forse no? ... vabè, comunque complimenti. Grazie dell'informazione a presto.

Sandra M. ha detto...

Encomiabile.Se penso alle difficoltà che solo aveva mio babbo quando la mamma divenne inadatta a gestire la quotidianità...e lui non era disabile era solo stato moglie-dipendente per tutta la sua vita. Quindi a maggior ragione occorre per le persone in difficoltà. Se poi ci si mette che la popolazione sta globalmente invecchiando...

Anonimo ha detto...

Stefania parla di "figura professionale", ma non è così: la legge prevede che l'amministratore di sostegno svolga la sua funzione GRATUITAMENTE! Ci sono molte scuole, soprattutto on-line, che organizzano corsi e millantano una professione che non c'è. Vorrei dire a tutti di stare attenti!!! Un po' di preparazione può servire, ma consiglierei di frequentare uno tanti corsi gratuiti che vengono organizzati dalle associazioni, dai comuni e dalle province. Emanuela

dandelion67 ha detto...

Interessante movimento di volontariato...da consigliare a quelle persone che non sanno come rendersi utili nel quotidiano...un'opportunità per impiegare le ore libere in un attività/dono che gratifica l'animo e ci rende sensibili ai bisogni del prossimo. Grazie per la segnalazione...sereno divenire..
dandelìon

Ambra ha detto...

Grazie Emanuela della tua utile informazione.

manuela ha detto...

Rimane il dubbio che nessuno si ritenga incapace di autogestirsi e quindi non pensi minimamente di chiedere un ads e che anzi ne ostacoli la presenza se gli viene proposto.

Iscriviti a Feed Burner